Icon Accesso alle Aree pedonali

Cosa sono

Le Aree pedonali urbane sono zone interdette alla circolazione dei veicoli, ad eccezione dei mezzi di soccorso e delle Forze dell'Ordine.

Le uniche deroghe possibili riguardano i velocipedi e i veicoli al servizio di persone con ridotte o impedite capacità motorie, in possesso dell'apposito contrassegno.

Inoltre possono richiedere un Pass per il transito nelle Aree pedonali, i residenti ed equiparati e i titolari di box/posto auto, siti in tali zone.

L'accesso dovrà essere subordinato alla registrazione della targa del veicolo nel Sistema di Rilevazione delle Infrazioni (SRI) e all'ottenimento, laddove previsto, del telecomando per l'apertura dei dispositivi mobili a scomparsa (pilomat).

Se l'area pedonale è regolamentata da specifica Ordinanza Viabilistica che prevede il "transito ai soli veicoli diretti all'interno delle proprietà private", l'autorizzazione consente il transito al solo residente o dimorante che ha la disponibilità di un box o posto auto sito all'interno dell'area stessa.

Localizza le Aree Pedonali su Geomobilità.

Icon Chi può transitare

Residenti ed equiparati

Veicoli dei residenti ed "equiparati" che hanno dimora abituale, ai sensi dell'art. 43 del codice civile, in un'unità immobiliare a uso esclusivamente abitativo situata all'interno di un'area pedonale, previa richiesta pass.

Vai alla pagina

Categorie con obbligo di comunicazione

Veicoli rientranti nelle categorie previste dall'ordinanza n. 441 del 24 aprile 2015, soggetti ad obbligo di comunicazione.

Vai alla pagina

Artigiani

Veicoli adibiti al trasporto merci, impiegati dagli artigiani per pronto intervento. 

Vai alla pagina

Altre categorie

Veicoli adibiti a traslochi ed eventi nell'area pedonale. 

Vai alla pagina

Icon Eventi e Avvisi

Milan-Genoa del 22 ottobre: il servizio ATM

Domenica 22 ottobre, alle ore 15 a San Siro, si giocherà la partita di campionato tra Milan e Genoa.

Approfondisci

Valori polveri sottili sopra i 50 mg, dal 17 ottobre blocco delle auto inquinanti

Le misure temporanee resteranno attive fino a quando non saranno certificati per due giorni consecutivi valori sotto i 50 microgrammi.

Approfondisci

Vai all'elenco ...

Icon News