Icon Lavorare come tassista senza essere titolare di licenza

L' attuale normativa del servizio taxi consente ad ogni titolare di avvalersi di un sostituto alla guida o di ulteriore conducente per svolgere l'attività anche con un turno integrativo.
Il conducente aggiuntivo dovrà possedere tutti i requisiti prescritti per lo svolgimento del servizio taxi.

Ciò può avvenire in diversi modi: 

a) sostituzione alla guida 
b) collaborazione familiare 
c) collaborazione con turno integrativo o seconda guida
(dal 2010 è stata congelata l'accettazione di nuove domande)

A) Sostituzione alla guida

I titolari di licenza taxi possono essere sostituiti alla guida, nell'ambito dell'orario del turno ordinario o integrativo espletato dal titolare, da persone in possesso dei requisiti prescritti all'art. 7,  c.1, lett. a), d), e), f), g), h) e j) ed esenti dagli impedimenti soggettivi di cui all' art.8 del vigente Regolamento del bacino di traffico del sistema aeroportuale lombardo.
A seguito di quanto indicato all' art. 36 comma 2 D.L. 1/2012 e art. 3 del D.L. 138/2011 non è prevista nessuna  motivazione specifica documentata da parte del titolare.

In caso di decesso del titolare, inoltre, gli eredi minori - opportunamente assistiti secondo le forme previste dalla legge - possono farsi sostituire alla guida da persone iscritte nel ruolo di cui all'art. 6 della Legge n. 21/1992 e degli ulteriori requisiti richiesti, fino al raggiungimento della maggiore età (18 anni) o di quella prevista per la conduzione diretta dell'attività (21 anni).

Tra i documenti utili a fondo pagina è disponibile lo schema di domanda e il relativo prontuario per attivare la richiesta di sostituzione alla guida.

B) Collaborazione familiare

Un titolare di licenza può avvalersi della collaborazione familiare del coniuge, parenti entro il terzo grado o affini entro il secondo, conformemente a quanto previsto dall'art. 230 bis del Codice Civile e successive modificazioni.
Lo svolgimento dell'attività con collaborazione familiare può avvenire su un turno unico o con turno integrativo.
Tra i documenti utili a fondo pagina è disponibile lo schema di domanda, il prontuario per attivare la collaborazione familiare.

C) Collaborazione con turno integrativo o seconda guida (temporaneamente congelato)

Un titolare di licenza può avvalersi di un conducente che svolga l'attività con un turno aggiuntivo a quello del titolare.
Attualmente è sospesa la concessione di nuove attivazioni di seconda guida o collaborazioni familiari con turno integrativo, fatta eccezione per le domande presentate in occasione di eventuali bandi per l'attivazione di autoveicoli ecologici attrezzati al trasporto di persone disabili.

Per informazioni: Servizio Autopubbliche - Via Messina 53 - 20154 Milano 
tel 02.884.65290 - 65292 – 65294 - fax 02.884.65293

Per informazioni di carattere giuslavoristico, è possibile rivolgersi ad uno degli organismi associativi di categoria indicati nell'elenco allegato.

Documenti utili:

Domanda collaborazione familiare
Domanda sostituzione alla guida
Contratto di gestione di autovetture e licenza taxi
Elenco organismi associativi dei taxi